Somministrare CBD ai Bambini e possibile ?

Somministrare CBD ai Bambini e possibile ?

SOMMINISTRARE CBD AI BAMBINI È POSSIBILE?

 

La storia della statunitense Charlotte Figi è esemplare. Soffriva, fin da quando aveva tre mesi di età, di trecento attacchi epilettici a settimana, un numero tremendo solo da immaginare. Quando le fu somministrato il CBD, passò da trecento epilessie a solo tre a settimana, una diminuzione massiccia delle crisi. Il cannabinoide offre il vantaggio di non essere un principio psicoattivo, tra l’altro è usato pure nei disturbi del comportamento.

 

Nonostante derivi dalla cannabis, cerchiamo di capire perché non può avere effetti ‘sballanti’ in un bambino.

 

Distinguere CBD da THC una volta e per tutte

 

La cannabis conserva diverse sostanze chiamate appunto cannabinoidi. Appunto sono più sostanze, non una. A loro volta si dividono in CBD (cannabidiolo) e in THC. Il THC è quello che per anni è stato più conosciuto e studiato e ha effetti psicoattivi comprovati. Il Cannabidiolo invece si lega a recettori diversi e non ha questo tipo di effetti, per tal motivo può essere somministrato ai bambini senza ripercussioni.

 

Hanno in comune il fatto che essendo simili ad altre sostanze prodotte naturalmente dal nostro sistema endocannabinoide, suscitano una rapida risposta da parte del nostro organismo. Tutto qui. Il THC è assolutamente inadatto ai bambini, ci teniamo sottolinearlo.

 

Patologie trattabili nei bambini

 

Come prima accennato, è possibile trattare con successo le crisi epilettiche. Poi il cannabidiolo può essere impiegato nel combattere patologie autoimmuni con esordio precoce, ADHD, ansia e depressione. Riguardo l’autismo, patologia neuropsichica e del comportamento ostica da gestire, il CBD si è dimostrato utile nel ridurre la sua sintomatologia, in particolar modo l’aggressività e l’ansia del bambino. Ciò garantisce al bambino anche una vita sociale più serena. Migliaia di bambini sono stati sottoposti a terapie a base di CBD senza riscontrare effetti avversi. Gli unici effetti avversi notificati sono stati nausea e fatica, a causa di dosaggi troppo elevati.

 

In conclusione 

Ovviamente prima di avviare una terapia, bisogna sempre parlare col proprio medico di fiducia, per tutti i controlli del caso. Ci risulta chiaro che il CBD supera ampiamente gli effetti collaterali.


Lascia un commento

Attenzione, i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e applica le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.


Potrebbero Interessarti anche.. Visualizza tutto

Semi di Canapa - Perchè Usarli e Cosa Curano
Semi di Canapa - Perchè Usarli e Cosa Curano
Tessuti di Canapa - Come Vengono Prodotti
Tessuti di Canapa - Come Vengono Prodotti
CBD Per Ansia - Quale Comprare
CBD Per Ansia - Quale Comprare