5 Rimedi per proteggere la Cannabis dai parassiti

consigli per i meno esperti per proteggere le piante dai parassiti

5 RIMEDI PER PROTEGGERE LA CANNABIS DAI PARASSITI

 

Nel regno degli esseri viventi la lotta per la sopravvivenza è continua, creativa, mutevole e ostica. Esistono 1.4 miliardi di insetti per ogni essere umano. E poi ci lamentiamo che siamo troppi! In natura innumerevoli insetti favoriscono la cannabis per la loro sopravvivenza, necessario per un equilibrio della fauna in una data microzona. Perché vogliono la cannabis, per i loro effetti rilassanti? Ovviamente no. Nasce da un conflitto di interessi: l’uomo usa prodotti chimici di sintesi che alterano il precedente equilibrio e gli insetti si trovano costretti a volgere lo sguardo altrove, ovvero le piante di cannabis.

 

Vogliamo consigliare in questo articolo cinque rimedi naturali rispettosi dell’ambiente per proteggere le nostre cannabis da potenziali parassiti.

 

Come difendere la coltivazione con rimedi naturali - bongae.com

Ecco cinque rimedi naturali

 

Nelle coltivazioni all’aperto circolano per ovvie ragioni più insetti rispetto a una indoor. Anche se le coltivazioni all’aperto di cannabis possono dare tante soddisfazioni, bisogna munirsi di uno scudo (naturale) per rendere il raccolto il più immacolato possibile o il più biologico possibile. Non dobbiamo disperare, ci sono ottime notizie: esistono metodi notevoli per prevenire una possibile colonizzazione parassitale delle nostre care piante. Ne offriamo cinque.

 

 

Rimedio 1 – Scegliere semi di piante resistenti ai parassiti

 

Prevenire è meglio di curare, senza dubbio. Ecco perché un primo rimedio è quello di scegliere semi di piante geneticamente resistenti alle aggressioni esterne. La cannabis leggera sbocciata da semi puri sono più resistenti ai parassiti. Infatti esistono forme ibride e pure. Un buon suggerimento per trovare i semi giusti è leggere nelle etichette con delle confezioni in cui sono venduti, visto che è sempre specificata la resistenza (o meno) ai parassiti. La soluzione priva di errori è quella di chiedere sempre a venditori specializzati.

 

 

Rimedio 2 – Avere cura del suolo

 

La cura meticolosa del terreno è fondamentale. Il suolo rappresenta le fondamenta delle nostre care piante. Senza buone fondamenta, il raccolto crolla. Un terreno naturale, purtroppo, può avere effetti spiacevoli per la crescita di cannabis, possono proliferare agenti patogeni. Per eliminarli, certi coltivatori sottopongo il suolo ad un processo di sterilizzazione. Durante questo processo muoiono anche gli organismi benefici, per cui si consiglia di farlo e in seguito nutrire la terra con un composto biologico. 

 

 

Rimedio 3 – Usare insetti predatori a favore della pianta

 

Il veleno spesso è l’antidoto al veleno. Nello stesso modo, un insetto è la cura contro gli insetti parassiti. Rappresenta una mossa intelligente e niente è più naturale di questa. A chi chiedere aiuto se non a uno degli insetti più amati dagli umani? Considerata un grande portafortuna, stiamo parlando delle coccinelle. Esse si cibano di acari e afidi. Si possono acquistare in centri specializzati per agricoltori o nei negozi di giardinaggio più forniti.

 

 

Rimedio 4 – Creare recinzioni a maglia fine

 

Per tenere distanti potenziali roditori e parassiti più grossi possono essere create vere e proprie gabbie per le piantine utilizzando una rete a maglia molto fine che però eviti di fare ombra alle piante. Così terrete lontani i cani e altri animali che sono spesso attratti dall’odore sprigionato dalle piantagioni di cannabis e possono rovinare in pochi minuti i vostri raccolti. 

 

 

Rimedio 5 – Usare pesticidi naturali

 

Abbiamo detto che in natura gli esseri viventi ragionano con un sistema di repellenza-attrazione, dunque possiamo mettere in campo repellenti naturali che non andranno a rovinare l’ecosistema. Ci sono pesticidi naturali utili da usare: l’olio di neem, l’estratto di agrumi, l’olio di karanja, il pepe di cayenna e l’estratto d’aglio, tutte queste soluzioni si possono utilizzare sulle piante in crescita spruzzandole ad intervalli di circa una settimana.

 

Speriamo vi siano piaciuti questi cinque rimedi che rispettano l’ambiente e che proteggono  la Cannabis dai parassiti. 

Promozione aggiornata su cannabis legale e marijuana light

 


Lascia un commento

Attenzione, i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e applica le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.


Potrebbero Interessarti anche.. Visualizza tutto