Olio CBD in Cucina: Come Utilizzarlo e Perché

Articolo sugli usi dell'olio CBD in cucina, tutto quello che devi sapere, cannabis light

Intro

 

Se una volta la canapa in cucina poteva suscitare ilarità, immaginando un gruppo di amici sballati che mangiano e sghignazzano all'unisono, ebbene, questa immagine ormai è decaduta da un pezzo. L'olio CBD della cannabis light ormai entra a pieno diritto nell'arsenale culinario di ogni cucina. Condire l'insalata, il pesce, i frullati con l'olio di canapa CBD è un modo intelligente per arricchire i nostri piatti di succosi nutrienti.

 

Da non confondere con l'olio di semi di canapa, l'olio di cannabidiolo contiene tutti i principi nutrizionali del CBD. Che voi seguiate una dieta vegetariana oppure onnivora, è indifferente. Nell'articolo spiegheremo come utilizzarlo in cucina e perché è una valida alternativa all'olio di oliva. Siete interessati a cucinare con l'olio CBD ma non sapete dove mettere mano? Nessun problema, qui troverete una guida completa sulla cottura con cannabidiolo e quali alimenti si sposano con esso.

 

  1. Perché usarlo a tavola

 

Ci sono più modi per estrarre il CBD dalla pianta di canapa. Nell'estrazione con olio il cannabidiolo viene diluito con olio di oliva od olio MCT. Il composto vegetale viene riempito in un contenitore insieme all'olio e riscaldato in acqua. Avvengono poi miscela e filtrazione, ottenendo così l'olio CBD. Un motivo per cui conviene usarlo in cucina è che il CBD dell'olio è un principio non psicoattivo capace di azioni antinfiammatorie, antidolorifiche, energizzanti, miorilassanti, antiansiogene. È ricco di Omega 3, 6 e 9, acido linoleico e vitamine.

 

Non meraviglia capire il motivo per cui conviene usarlo nei nostri piatti. L'olio che usiamo è privo di THC (tetraidrocannabinolo), il principio psicoattivo della cannabis, perciò è anche totalmente legale. L'olio si presta a una molteplicità di piatti, soprattutto a crudo, poiché le sostanze benefiche rimangono intatte. In special modo nei piatti freddi e grassi.

 

Ci sono tuttavia vantaggi e svantaggi. Bisogna capire come usarlo al meglio.

 

 

  1. Pro e Contro dell'olio CBD

 

Un contro è che non è possibile cuocere direttamente l'olio. Il calore sprigiona i radicali liberi e ridurrebbe le potenzialità benefiche del nostro nettare verde smeraldo. È bene quindi tenere a mente che l'olio CBD va usato in uscita, quando il piatto è ormai pronto, crudo o appena cotto (il calore emanato dal cibo cotto non è sufficiente per alterare le proprietà dell'olio). L'olio di CBD risulta un eccellente condimento per insalate, frullati e cibi freschi in generale. Non solo, si adatta perfettamente con i cibi grassi, come formaggi (feta, burrata, mozzarella), avocado, frutta secca e altro. Vediamo in dettaglio quali cibi prediligere.

 

 

  1. I cibi che si sposano perfettamente

 

BEVANDE

 

L'aggiunta di qualche goccia di olio nelle bevande è una scelta azzeccata. Nei frullati di frutta è importante scegliere frutta grassa, poiché con la frutta ricca di acqua l'olio non si miscela perfettamente. Quindi per un frullato CBD è meglio usare banane, cocco, avocado, mandorle, noci, platano e cachi. La frutta grassa è calorica ma ricca di grassi buoni, riducono il rischio di infarto. I frullati rappresentano una soluzione pratica ed economica per chi vuole assumere olio CBD. Potete aggiungere l'olio CBD anche nel caffè, ma la miscela non sarà proprio ottimale, consigliamo giusto qualche goccia. Ricordate di non mettere l'olio quando il caffè bolle nella moka o prima del getto della macchinetta.

 

Piatto di salmone con aggiunta di CBD Oil, verdure e olio di canapa  

 

PIATTI CALDI

 

È regola fondamentale quella di non friggere assolutamente con l'olio CBD. A causa del calore e dell'evaporazione andrete a perdere il cannabidiolo, la sostanza da cui dovreste trarne benefici. Piuttosto fatelo a fine cottura, così eviterete danni. In quali piatti caldi aggiungere l'olio? Potreste aggiungerlo in un piatto di pasta al pomodoro, pizza, pesce cotto, specialmente il salmone visto che è grasso e il grasso si sposa bene con l'olio di canapa. Va bene pure col formaggio grigliato o comunque sciolto.

 

 

PIATTI FREDDI

 

I piatti freddi sono la soluzione più efficace  per usare al meglio l'olio CBD. Se mangiate una bella insalata perché non aggiungerci un po' del nostro olio? Nell'insalata potreste aggiungere formaggi come la mozzarella o frutta secca, amalgamando l'olio di CBD alla perfezione. Un pezzo di pane alla fine per assorbire i residui di olio è un'ottima idea. L'olio di cannabidiolo si può aggiungere su insalate di pesce, cous cous di verdure, tartare di tonno, creme fredde di carote, pomodori al tonno e altre delizie perfette soprattutto per l'estate!

 

 

  1. Quale olio CBD scegliere e altri suggerimenti

 

Bisogna usare oli CBD provenienti da piantagioni di alta qualità, totalmente biologici e certificati da laboratori. Come il nostro Olio di canapa siciliano. L'olio è onnipresente nella cucina italiana e si usa in un sacco di modi. L'unico limite è la fantasia. Hai mai pensato di accoppiare al gusto dell’olio, le innumerevoli fonti benefiche della canapa? Fonte di vitamine E, omega 3 e 6, svolge un azione antiossidante e utile contro l’invecchiamento cellulare. Ne bastano 1 o 2 cucchiai. Le nostre canape sative godono di un terreno arricchito da sali minerali e del sole siciliano. Scopri tutti i prodotti Made in Sud su Bongae.

 

Il CBD è idrofobo, significa che respinge l'acqua, non vanno d'accordo come accennato prima. Piuttosto il cannabinoide si lega con i grassi e così facendo migliora il suo tasso di assorbimento. Se avete intenzione di cucinare con l’olio di CBD, questo funziona meglio nelle ricette che utilizzano grassi sani come avocado, yogurt bianco 5% e pesci grassi. Oppure con la panna montata. O la ricotta.

 

Inoltre bisogna precisare che gli effetti del CBD si presentano 40-60 minuti dopo l'assunzione, poiché bisogna rispettare i tempi digestivi. Non fate l'errore di aggiungere sempre più olio solo perché non percepite subito gli effetti. Bisogna pazientare. Un abuso dell'olio di canapa potrebbe avere effetti collaterali. Un dosaggio modesto è sempre preferibile.

 

 

Abbiamo cercato di illustrarvi una panoramica generale di come usare l'olio CBD in cucina, una novità culinaria che prende sempre più piede e che incuriosisce sempre più persone. I suoi benefici sulla salute sono molteplici, dal sistema nervoso all'apparato circolatorio. Se apprezzate l'articolo seguite il nostro blog in continuo aggiornamento! Vi terremo aggiornati su ogni novità della cannabis!


Lascia un commento

Attenzione, i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e applica le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.


Potrebbero Interessarti anche.. Visualizza tutto

Semi di Canapa - Perchè Usarli e Cosa Curano
Semi di Canapa - Perchè Usarli e Cosa Curano
Tessuti di Canapa - Come Vengono Prodotti
Tessuti di Canapa - Come Vengono Prodotti
CBD Per Ansia - Quale Comprare
CBD Per Ansia - Quale Comprare