Kief: prodotto molto amato tra i più esperti

kief - come estrarlo facilmente dalle infiorescenze di cannabis a casa

Kief: prodotto molto amato tra i più esperti

 

Magari eri già a conoscenza di questo prodotto; sapevi come ottenerlo, i suoi effetti, il sapore ma difficilmente saprai il nome cannabico di questo estratto. Nelle prossime righe andremo ad approfondire e spiegare nei dettagli tutte le peculiarità di questo prodotto.

 

Le migliori Tecniche per Estrarre il Kief dalla Cannabis

Si tratta di una sostanza molto costosa, non particolarmente difficile da ottenere e ad alta concentrazione di THC. Ha una consistenza appiccicosa ed è molto comune averne delle tracce sulle mani dove aver toccato delle cime di alta qualità. Vediamo come produrlo e come viene utilizzato per la creazione dell’hashish.

 

Da cosa è composto il kief?

 

È fatto per la maggior parte da tricomi; ovvero quei piccoli cristalli che ricoprono le cime di marijuana contenenti la parte più resinosa ed appiccicaticcia della pianta. Sono presenti nella parte esterna del fiore ed è la parte in cui la concertazione di THC è tra le più alte. Inoltre, contiene molti altri cannabinoidi ed anche un gran numero di terpeni.

Come già anticipato all’intero di questo composto resinoso è presente un’altissima concentrazione di sostanze che possono dare un effetto “high” veramente potente e piacevole.

Il kief non è altro che un estratto molto puro di cannabis dai forti effetti psicoattivi, con una forza maggiore rispetto alla maggioranza dei prodotti poiché sono presenti meno scarti e una bassa percentuale di materia vegetale.

Kief e hashish

I panetti di hashish, normalmente di colore scuro, non sono altro che kief pressato insieme fino a fargli ottenere una consistenza quasi solida. La sostanza in questione viene scaldata e compattata ottenendo così un formato più pratico al consumo ed al trasporto.

L’effetto di questi due prodotti è quindi molto simile anche se il kief è normalmente di qualità maggiore poiché ci sono meno sostanze aggiunte e viene lavorato di meno. L’effetto del prodotto dipende completamente dalla cima di marijuana da cui è estratto, sarà quindi proporzionale alla percentuale di THC presente nelle cime di partenza.

 

Come si ricava il kief?

Il modo più facile per raccogliere questa sostanza in modo casalingo è senza dubbio utilizzando un grinder; ovvero un trita-cime. Questo prodotto permette di macinare in modo uniforme le vostre cime e quindi ottenere un prodotto più omogeneo e di conseguenza un joint migliore. Svolgendo lo stesso processo con le mani si vanno a perdere tutti i tricomi che resteranno appiccicati ai vostri polpastrelli diminuendo quindi il piacere e l’intensità del prodotto.

I grinder più sofistica sono dotati di un apposito scompartimento destinato alla conservazione della resina. In questo modo potrete accumulare nel tempo una quantità di kief tale da permettervi una fumata pregiata e con un effetto più forte del solito.

In alternativa sono presenti dei setacci, dalle dimensioni maggiori rispetto ai grinder, i quali hanno una maglia metallica molto fine che permette il paggio solo del polline in questione. Per fare ciò è necessario porre le cime, chiudere la scatola ed iniziare a scuotere il tutto in modo tale da far depositare questa sostanza molto fine nella parte più bassa della scatola. Una volta ottenuto è possibile lavorarlo con le dita o con un’apposita paletta.

 

Come usare il kief?

Normalmente questo prodotto viene aggiunto al joint per aumentarne l’effetto e la potenza; bisogna però ricordare che è un concertato molto forte e potrebbe anche dare effetti psicotropi inaspettati.

Per questo motivo è consigliato iniziare con quantità modeste per testarne l’effetto sul proprio corpo. Inoltre, se assunto per via orale tramite edibles l’effetto sarà ancora più forte e anche più duraturo; per cui è consigliabile un consumo moderato e responsabile iniziando con dosaggi molto bassi per testarne e l’effetto ed in seguito, eventualmente, alzare la quantità.

Si ricorda che prima del consumo alimentare è necessario effettuare il processo di decarbossilazione.

 

Promozione la migliore cannabis legale, ad elevato CBD

 


Lascia un commento

Attenzione, i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e applica le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.


Potrebbero Interessarti anche.. Visualizza tutto